Picchia per anni e perseguita la fidanzata minorenne, chiesta condanna per 24enne

Il pm: “Le denunce della vittima sono del tutto attendibili e riscontrate dall’indagine”

Tre anni e sei mesi di reclusione per le accuse di maltrattamenti in famiglia e stalking. Sono stati chiesti ieri mattina, al termine della requisitoria, dal pubblico ministero Emiliana Busto nei confronti di un ventiquattrenne di Palma di Montechiaro, accusato di avere picchiato e perseguitato per anni l’ex convivente che, all’epoca dei fatti, era minorenne.

Il giovane, difeso dagli avvocati Domenico Romano e Orlando Dicembre, avrebbe maltrattato la ragazzina fra il 2015 e l’ottobre del 2017. In numerose circostanze, sostiene il pm che ha chiesto la condanna ritenenendo che “le denunce della vittima sono del tutto attendibili e riscontrate dall’indagine”, il ventenne avrebbe picchiato con calci e pugni la fidanzata con cui conviveva e le avrebbe tirato i capelli.

In un'altra circostanza, il 18 settembre dello stesso anno, invece, l’avrebbe pedinata con l’auto mentre andava a scuola, si sarebbe avvicinato e l’avrebbe minacciata dicendole: “Ti strappo le labbra, ti spezzo le gambe”. Il gup Stefano Zammuto ha rinviato l'udienza al 17 settembre per l'arringa della difesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coltello alla mano si scaglia contro la moglie e la colpisce alla tempia: 58enne arrestato per tentato omicidio

  • Non ha soldi nemmeno per i vestiti e la biancheria, reclusa chiede aiuto ai "Volontari di Strada"

  • Un empedoclino a "Uomini e Donne", Giovanni alla "corte" di Gemma

  • Sorveglianza speciale e maxi sequestro del "tesoro" del "re" dei supermercati: ecco tutti i dettagli

  • L'incidente mortale di Ravanusa, veglie di preghiera per Federica

  • L'assalto in banca con bottino record, il giudice boccia la versione degli indagati: due in cella e uno ai domiciliari

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento