Spedizione punitiva a bastonate, ridotte due condanne in appello

La decisione dei giudici dopo che l'accusa legata al possesso delle spranghe è stata dichiarata prescritta

L’accusa legata al porto ingiustificato del bastone usato per il pestaggio è caduta in prescrizione, per questo la pena inflitta in primo grado è stata leggermente ridotta. I giudici della terza sezione della Corte di appello di Palermo, per il resto, hanno confermato la sentenza di condanna nei confronti dei responsabili di una spedizione punitiva ai danni di un ventenne rumeno. In un primo momento era ipotizzato anche il reato di tentato omicidio. Non sarebbero stati gli imputati, però, secondo quanto hanno accertato i giudici, a lanciare la loro vittima dal balcone. Probabilmente, come ipotizzato dallo stesso pubblico ministero Andrea Maggioni nel corso della requisitoria del processo di primo grado, sarebbe stato lui stesso ad aggrapparsi alla grondaia e fuggire scappando dal balcone e finendo nell’abitazione del cognato al piano di sotto evitando così che l’aggressione potesse portare a conseguenze peggiori.

Due anni e sei mesi di reclusione erano stati inflitti in primo grado, per le accuse di minaccia, violazione di domicilio e lesioni personali, ai rumeni Florin Mihaita Chiriac, 28 anni, e Costantin Ciprian Jacob, 30 anni.

I giudici della Corte di appello di Palermo, ai quali si sono rivolti i difensori (gli avvocati Gero Lo Giudice e Santo Lucia), hanno ridotto la pena di dieci giorni perché l’accusa legata alla violazione della legge sulle armi bianche è stata ritenuta prescritta. Per questi fatti è stato già condannato definitivamente a 3 anni e 6 mesi di reclusione il terzo imputato, Gheorghe Jorga, 42 anni. “Anche se una sentenza definitiva dice che si è trattato di un tentato omicidio – aveva detto il pm Maggioni durante la requisitoria – a mio parere dobbiamo discostarci da questa ricostruzione”.

I tre rumeni sono stati arrestati dalla polizia il 23 gennaio del 2011 al termine di una vera e propria spedizione punitiva per vecchi contrasti legati a motivazioni spicciole. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • L'incidente che ha ucciso Angelo, Racalmuto è sotto choc: annullati tutti gli eventi del week end

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento