Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

Sul posto si sono precipitate le pattuglie della polizia e dei carabinieri che stanno rastrellando l'intero territorio. A quanto pare s'è già levato in volo un elicottero. Le motovedette stanno provando a rintracciare l'imbarcazione che è riuscita a riprendere il largo

Il luogo dove i migranti sbarcati a Palma di Montechiaro vengono raggruppati

Sono circa 400 i migranti che sono riusciti a sbarcare - senza che si innescassero allarmi o soccorsi - sulla spiaggia Vincenzina di Palma di Montechiaro, ai piedi del Castello. A quanto pare una nave "madre" (forse un peschereccio) li avrebbe lasciati a pochi metri dall'arenile e sarebbe riuscita a tornare al largo. I migranti, gambe in spalla, si sono subito sparpagliati lungo le aree circostanti, fra strade e campagne. Emerge questo dalle segnalazioni di più cittadini che, a quanto pare, avrebbero assistito all'approdo e avrebbero anche lanciato l'allarme alle forze dell'ordine. 

IL VIDEO. Sbarcano a Palma e provano a disperdersi fra statale e campagne: ecco le immagini

Sul posto si sono precipitate le pattuglie della polizia di Stato e dei carabinieri che stanno rastrellando l'intero territorio. A quanto pare s'è già levato in volo anche un elicottero. Almeno tre motovedette - fra Guardia costiera e Guardia di finanza - stanno setaccianto l'intera costa per provare a rintracciare la nave "madre" che però potrebbe essersi già dileguata.

Barchino con 52 subsahariani approda a Linosa: bloccati dai carabinieri

A piccoli gruppi, i migranti sbarcati sono in fuga lungo le strade e le campagne. Tanti si sono riversati sulla statale 115 con direzione Agrigento. Chiedono acqua, sono assetati. E chiedono, agli automobilisti in transito, passaggi. Altri gruppetti sono stati segnalati in sosta, forse per riposarsi, sotto un albero. Lungo la statale 115 si sono portate le pattuglie della Stradale.  

Polizia, carabinieri e militari della Capitaneria di porto stanno setacciando - fra strade principali e secondarie e campagne - tutta l'area circostante al punto d'approdo, allargandosi a macchia d'olio. 

Maxi sbarco, Savarino: "Non si vanifichino tutti gli sforzi compiuti fino ad oggi"

Sbarchi del genere, così numerosi e con una nave "madre" che accompagna praticamente fino a riva i migranti, non si verificavano da anni nel tratto di costa che va da Siculiana a Licata. C'è stato invece un tempo in cui episodi del genere erano quasi sistematici, così come all'inizio degli anni 2000 s'era aperto anche un "fronte" sbarchi nel Licatese.  

ORE 15,01. I poliziotti del commissariato di Palma di Montechiaro, che stanno coordinando le ricerche ad ampio raggio, hanno bloccato, al momento, 30 extracomunitari. Ma in campo ci sono, appunto, tutte le altre forze dell'ordine e le ricerche sono praticamente a perdifiato. I migranti vengono raggruppati nella zona del Castello. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Ritrovata al Villaggio Mosè la 15enne scomparsa da Palermo a metà giugno

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

  • Gli cade il telefonino, torna indietro e non lo ritrova più: avviate indagini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento