Verbale aggiustato per salvare maresciallo, via libera alle intercettazioni

Il giudice ha disposto la trascrizione delle conversazioni al processo a carico di due poliziotti e un sottufficiale dei carabinieri

Via libera alle trascrizioni delle intercettazioni telefoniche che dovranno chiarire se il verbale successivo all’incidente stradale fu redatto indicando false circostanze e ci furono omissioni per occultare il fatto che il comandante della stazione di Palma di Montechiaro andava in giro con un ciclomotore senza revisione e assicurazione.

Ieri mattina, davanti al gup Francesco Provenzano, ha giurato il perito Santo Bonsignore che, nei prossimi giorni, ascolterà le bobine e trascriverà il contenuto delle conversazioni. I due agenti, il padre dell’automobilista coinvolto nello scontro e il luogotenente dei carabinieri Luigi Marletta rischiano di finire a processo. Il pubblico ministero Elenia Manno ha chiesto il rinvio a giudizio per il sottufficiale dei carabinieri, di origini catanesi, per i poliziotti Gaetano Scarpello, 37 anni e Alessio Guzzo, 35 anni, e per Angelo Romano, 47 anni. A decidere se disporre il rinvio a giudizio, sempre se i difensori (gli avvocati Francesco Scopelliti, Santo Lucia, Antonino Catania, Alfonso Neri e Salvatore Pennica) non chiederanno un rito alternativo, sarà il giudice dell’udienza preliminare Francesco Provenzano che ha deciso, intanto, accogliendo la richiesta del pm, di trascrivere le intercettazioni. 

Il 19 ottobre del 2017 Marletta, a bordo di uno scooter senza assicurazione e revisione, andò a sbattere contro una “mini auto” di piccola cilindrata guidata da un ragazzo, figlio di Angelo Romano. Marletta restò ferito anche in maniera piuttosto seria ma, sostiene l’accusa, si sarebbe preoccupato, con la complicità di Romano, di chiedere ai poliziotti di “aggiustare” il verbale. La vicenda fu scoperta perché Marletta avrebbe parlato al telefono con Romano che era intercettato. Il 14 novembre il perito riferirà in aula. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Forti raffiche di vento e temporali, la Protezione civile dirama allerta "gialla"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento