Un milione di euro per fare rinascere il centro di Palma, lavori anche sul palazzo Ducale

Il Libero consorzio comunale, per un importo complessivo di 830.976 euro, ha già pubblicato il bando per appaltare i lavori di riqualificazione urbana

Una veduta del palazzo Ducale

I fondi - un milione di euro circa - sono arrivati nelle scorse settimane. Adesso - con un importo complessivo di 830.976 euro - c'è anche il bando di gara, fatto dal Libero consorzio comunale, per la riqualificazione urbana dell’asse viario via Turati, piazze Tomasi, Emanuele, Provenzani e per il recupero del palazzo Ducale. I lavori, per quella che sarà la rinascita del centro di Palma di Montechiaro, dovrebbero durare - secondo le previsioni - 150 giorni consecutivi. 

Venne devastato da un incendio, arrivano 679 mila euro per l'Oratorio 

I fondi sono inquadrati nel “Programma regionale di finanziamento per la promozione di interventi di recupero finalizzati al miglioramento della qualità della vita e dei servizi pubblici urbani nei Comuni della Regione Siciliana”. Tutti gli interessati a partecipare alla gara d'appalto dovranno presentare le offerte entro mezzogiorno del 25 ottobre. Le buste verranno aperte, in seduta pubblica, nella sala Gare del gruppo Contratti del Libero consorzio comunale giorno 29. 


 

Potrebbe interessarti

  • Tre metodi a confronto per pulire il condotto uditivo

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Il caffè è buono e fa bene

  • La parete verde: come organizzare il giardino verticale in casa

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • "Sequestro di persona e abuso d'ufficio", Legambiente Sicilia denuncia Salvini

  • Ignoti strappano annuncio mortuario per il trigesimo di Andrea Camilleri

  • Chiesa agrigentina, ecco tutti i nuovi parroci nominati dal cardinale

  • Blitz dei carabinieri in Caf e patronati: trovati dei lavoratori in nero

  • Statale 115, maxi tamponamento: tre persone rimangono ferite

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento