Cento randagi in giro per la città, il Comune prova a correre ai ripari

L'ente intende trovare una struttura-rifugio per il ricovero e qualcuno che si occupi del servizio di cattura, mantenimento e cure sanitarie dei cani catturati

(foto ARCHIVIO)

In città, sia nel centro che nelle periferie, ci sono circa 100 cani randagi. Animali che, molto spesso, non danno fastidio. Randagi che, talvolta, però inseguono e “minacciano” i passanti. Cani senza padrone che, alcune volte, non sono per niente tollerati da alcuni palmesi: tant’è che, nelle scorse settimane, s’è anche registrato un caso di avvelenamento. A cercare di correre ai ripari, negli ultimi giorni, è stato il Comune, con in testa il sindaco Stefano Castellino e l’assessore per la Tutela degli animali Giuseppe D’Orsi.

Per fronteggiare l’emergenza, il Municipio sta – con un avviso esplorativo – cercando di individuare delle ditte da invitare ad una procedura negoziata per trovare una struttura-rifugio per il ricovero e per trovare qualcuno che si occupi del servizio di cattura, mantenimento e cure sanitarie dei randagi catturati in territorio di Palma di Montechiaro.

Il servizio prevede l’accalappiamento e il rilascio, con un costo di circa 40 euro; la custodia e il mantenimento dei randagi con una retta giornaliera di 3,50 euro, comprensiva di profilassi sanitaria per ogni singolo animale: vaccinazione e cure mediche ordinarie; sterilizzazione: 60 euro; smaltimento delle carcasse: 50 euro; microchippatura e invio mensile della documentazione relativa al movimento dell’anagrafe canina: 30 euro; campagna gratuita di affidamento e progetti educativi e il trasporto gratuito dei circa 20 cani dai canili dove sono attualmente custoditi: a Siculiana e a Licata.

L’importo complessivo presunto del servizio è di 30 mila euro, Iva esclusa. Le manifestazioni d’interesse devono arrivare al Municipio di Palma di Montechiaro entro ed non oltre il termine perentorio di mezzogiorno del 27 gennaio. Potranno essere consegnate via Pec: protocollo@comune.palmadimontechiaro.legalmail.it e di persona: al Protocollo generale del Comune, in via Fiorentino, 86; oppure con raccomandata. All’istanza di manifestazione di interesse non dovrà essere allegata nessuna offerta economica. 

Potrebbe interessarti

  • L'arnica, un rimedio naturale a dolori e infiammazioni

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Il caffè è buono e fa bene

  • Specchio, specchio delle mie brame

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • Scooterone finisce dentro un canale di scolo: muore trentenne a causa di un incidente

  • "Sequestro di persona e abuso d'ufficio", Legambiente Sicilia denuncia Salvini

  • Chef Rubio choc su Instagram: "Lampedusa? Bella, ma è anche l'isola della cocaina e mafia"

  • Incidente tra auto e scooter, ferito grave il motociclista: trasferito in elisoccorso

  • Ignoti strappano annuncio mortuario per il trigesimo di Andrea Camilleri

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento