Troppi randagi? Il Comune cerca un rifugio e degli accalappiacani

L'ente, per questo servizio, ha previsto una spesa di oltre 20 mila euro

Troppi cani randagi in giro? Il Comune di Palma di Montechiaro cerca un rifugio sanitario ma anche qualcuno che si occupi della cattura, microcippatura, dell'anagrafe canina, del ricovero e rilascio degli animali, del mantenimento e delle cure sanitarie di cani randagi catturati a Palma di Montechiaro. Ma in questa nuova struttura sulla quale appoggiarsi, l'ente intenderebbe trasferire anche gli animali già ospitati a Siculiana e nel canile comunale di Licata.

Due randagi tentano di aggredire un uomo, è emergenza   

Il sindaco Stefano Castellino e l'assessore per la Tutela degli animali Giuseppe D'Orsi hanno, dunque avviato una indagine di mercato per l’individuazione di operatori economici da invitare alla procedura negoziata per affidare il servizio. Il servizio prevede anche l'accalappiamento comprensivo di rilascio dal costo di 30 euro, il servizio di custodia e mantenimento dei randagi con retta giornaliera di 3 euro, la sterilizzazione per una spesa di 60 euro, lo smaltimento delle carcasse dal costo di 50 euro, la microchippatura e la movimentazione dell'anagrafe canina per una spesa di 22 euro. L’importo complessivo presunto del servizio è di 20.000 euro.

Donna aggredita da un randagio, residenti infuriati: "Non ne possiamo più"

Le manifestazioni d’interesse, dovranno arrivare al Comune entro ed non oltre il termine di mezzogiorno del 15 ottobre. Potranno essere formalizzate via Pec: protocollo@comune.palmadimontechiaro.legalmail.it, brevi mani al Protocollo generale del Municipio in via Fiorentino o con raccomandata postale.

Trovati morti altri 4 randagi, il sindaco: "Porre fine a questa barbarie"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • Non si ferma all'Alt e fugge lungo la 115, bloccato 17enne: multe per 10 mila euro

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento