Abusivismo e demolizioni, avviata l'immissione in possesso di un'altra villa

Trascorsi 10 giorni, in assenza di comunicazioni da parte degli ex proprietari, sarà il Comune a predisporre l'intervento delle ruspe della ditta Patriarca che s'è aggiudicata l'appalto 

Un momento delle demolizioni a Palma di Montechiaro

Entro sabato sembra essere probabile che finiscano le demolizioni dell'immobile, su due elevazioni, adibito a B&B, in contrada Ciotta. L'ex proprietario ha deciso - seppur fra incredulità e dolore - di procedere autonomamente, affidandosi ad un'impresa privata. 

VEDI IL VIDEO: Il grido di dolore dell'ex proprietario: "Perché non hanno demolito subito?"

L’ufficio tecnico comunale di Palma di Montechiaro si è, intanto, già messo in moto per far scorrere la lista ed è stato individuato il terzo immobile da abbattere. Immobile giudicato, con sentenza definitiva, abusivo. E' stata, inoltre, già avviata l'immissione in possesso da parte del Comune ed una volta completato l'iter e trascorsi 10 giorni, in assenza di comunicazioni da parte degli ex proprietari, sarà l'ente, appunto, a predisporre l'intervento delle ruspe della ditta Patriarca che s'è aggiudicata l'appalto. 

LEGGI ANCHE: Colpo di scena, l'ex proprietario decide di demolire autonomamente  

In tutto sono 15 gli immobili abusivi da demolire a Palma di Montechiaro. Il commissario ha, intanto, annunciato che verranno inseriti in bilancio 250 mila euro per effettuare le demolizioni.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Il mondo di un agrigentino a Budapest, Gero Miccichè: "Io e la Disney, una grande emozione"

  • Cliente preleva allo sportello e si accorge dell'incendio in banca: chiusa piazza per ore

  • Mette in vendita i mobili e le rubano 1.050 euro dal bancomat: ecco la nuova truffa

  • Sorpresa in un'osteria di Realmonte, arriva Giancarlo Giannini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento