"Ostracismo ai danni di un ingegnere", rinviati a giudizio ex dirigente Utc e funzionario

Contratto revocato, mancato invito alle procedure di conferimento di un incarico al quale avrebbe potuto avere diritto e pratiche edilizie che furono bloccate solo per ripicca

Contratto revocato, mancato invito alle procedure di conferimento di un incarico al quale avrebbe potuto avere diritto e pratiche edilizie che furono bloccate solo per ripicca. Nel mirino c’era sempre un ingegnere (parte civile con l’assistenza dell’avvocato Santo Lucia) che ha presentato una denuncia e ha fatto partire l’inchiesta, conclusa ieri mattina con il rinvio a giudizio dei due imputati deciso dal giudice dell’udienza preliminare Luisa Turco. Si tratta dell’ex dirigente dell’Ufficio tecnico comunale di Palma, Francesco Lo Nobile, 68 anni, oggi in pensione e Concetta Maria Di Vincenzo, 58 anni, funzionaria dello stesso ente. Entrambi gli imputati (difesi dagli avvocati Liliana Azzarello e Francesco Scopelliti) saranno processati per abuso di ufficio. La prima udienza è in programma l’11 giugno davanti ai giudici della seconda sezione penale presieduta da Wilma Angela Mazzara. I fatti sarebbero avvenuti fra il novembre e il dicembre del 2013.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La prima ipotesi di abuso di ufficio è contestata al solo Lo Nobile che avrebbe revocato all’ingegnere l’incarico di direttore dei lavori di recupero del centro urbano senza alcuna comunicazione che gli avrebbe, invece, consentito di presentare delle controdeduzioni. Le altre due ipotesi di abuso di ufficio sono contestate in concorso ai due imputati. In una (Lo Nobile in qualità di dirigente dell’Utc e Di Vincenzo di responsabile del procedimento) si ipotizza l’esclusione del professionista da un invito, al quale avrebbe avuto diritto, per partecipare a una procedura di affidamento di un incarico per direttore dei lavori di realizzazione del campetto polivalente di Cassarino. Infine, “adducendo svariate scuse”, avrebbero bloccato due pratiche edilizie, relative alla realizzazione di una tettoia e di una pensilina, che erano state istruite dall’ingegnere per conto di due privati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento