Guerra ai negozianti sporcaccioni a Palma, quasi sessanta multe per gli "incivili"

La polizia municipale scopre tre persone che abbandonavano ingombranti, altri 53 depositavano fuori orario

L'amministrazione comunale di Palma di Montechiaro ha dichiarato guerra agli sporcaccioni e agli abusivi nel campo del commercio. Il sindaco Stefano Castellino con l'assessore alla polizia municipale Giuseppe D'Orsi con l'ausilio dei vigili urbani e delle telecamere posizionate in diversi angoli della città, hanno dato vita ad un giro di vite che nel volgere di pochi giorni ha portato dei risultati interessanti. Tre persone sono state multate per 600 euro ciascuna per avere abbandonato rifiuti ingombranti, mentre altre 53 persone sono state contravvenzionate per 59 euro ciascuno per avere depositato i rifiuti solidi urbani fuori dall'orario prestabilito.

"Con il passaggio delle competenze a Palma Ambiente - dicono il sindaco Castellino e l'assessore D'Orsi - abbiamo deciso di potenziare i controlli anche con l'ausilio della tecnologia perché intendiamo e pretendiamo una città pulita. Chiaramente siamo soltanto alla prima fase della gestione in house, ma proprio per questo motivo è nostro intendimento quello di non tollerare menefreghismo da parte di chicchessia".

I vigili urbani, inoltre, hanno anche controllato diversi venditori ambulanti e ne sono stati pizzicati alcuni che operavano senza la necessaria licenza. Sono stati quindi multati e invitati, al contempo, a mettersi in regola nel volgere di pochi giorni.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • Non si ferma all'Alt e fugge lungo la 115, bloccato 17enne: multe per 10 mila euro

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento