Doppia ovodeposizione di Caretta caretta nell'Agrigentino

Una deposizione delle uova è avvenuta ieri sera, intorno alle 23.30, sulla spiaggia di Capo San Marco, a Sciacca. L'altra sull'isola di Linosa, dove il personale del Centro di recupero tartarughe ha identificato le tracce impresse sulla sabbia della spiaggia di Pozzolana di Ponente

Doppia deposizione di uova stanotte nell'Agrigentino da parte di due diversi esemplari di tartaruga "Caretta caretta".

Gabriella Perrone, dirigente all’Ufficio servizio per il territorio di Agrigento, e Stefano Perrone,della Ripartizione faunistico venatoria di Agrigento, hanno infatti assistito alla deposizione delle uova avvenuta ieri sera, intorno alle 23.30, sulla spiaggia di Capo San Marco, a Sciacca.

I due, unitamente ai militari della Guardia costiera, hanno poi delimitato la zona per preservare il nido.

Stessa situazione sull'isola di Linosa, dove il personale del Centro di recupero tartarughe ha identificato le tracce impresse sulla sabbia della spiaggia di Pozzolana di Ponente.

«E' un chiaro segnale di come la provincia di Agrigento rappresenti un punto strategico per la sopravvivenza della tartaruga "Caretta caretta" in tutto il Mar Mediterraneo», ha commentato il naturalista agrigentino Antonio Vanadia.


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al celibato o convivenze di fatto con anziani: ecco come venivano "utilizzate" le prostitute

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • "Procacciavano i clienti e incassavano fino al 50% per ogni prestazione": i retroscena del blitz antiprostituzione

  • Furti di luce e acqua, scatta il blitz in due palazzine: 24 arresti in un colpo solo

  • Scoppia la lite fra due teenager: una ferita, l'altra denunciata

  • "Favori e assunzioni in cambio di informazioni riservate": indagati tre marescialli e due imprenditori

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento