Dalla Regione garantiscono: "Nessun ridimensionamento dell'ospedale di Ribera"

La struttura non rischia alcuna chiusura e si punterà ad un potenziamento del pronto soccorso

L'ospedale "Parlapiano"

Incontro decisivo ieri, a Palazzo dei Normanni con l’assessore regionale Ruggero Razza per discutere delle problematiche relative, anche, al futuro dell'ospedale "Parlapiano".
Alla riunione, che aveva un respiro più ampio, erano presenti anche il direttore generale e lo staff dell’Assessorato regionale alla salute, oltre che tutti i parlamentari della provincia di Agrigento, alcuni sindaci e consiglieri del comprensorio.
Al termine dell'incontro l’assessore Razza ha chiarito che la struttura sanitaria "non rischia alcuna chiusura" e, in merito al pronto soccorso e al potenziamento del nosocomio, qualsiasi provvedimento è stato posticipato al 31 dicembre 2020. L’assessore ha anche affermato che, non solo l’ospedale verrà mantenuto, ma verrà potenziato con nuovi servizi. Saranno organizzati diversi tavoli tecnici, a Ribera, per studiare con l’assessore alla salute il tipo di offerta
sanitaria da attuare. Sarà inoltre assicurata un’area di emergenza, adeguata alle esigenze del territorio, da stabilire in comune accordo con i sindaci del comprensorio e i parlamentari agrigentini. L’amministrazione comunale vigilerà periodicamente su tutta la situazione sanitaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • Aveva febbre e diarrea: morto un ghanese 20enne, scatta il protocollo sanitario per Covid-19

  • Favara saluta Lorena con i lenzuoli bianchi, i familiari del presunto omicida: "Persa una figlia"

  • L'epidemia da Coronavirus si allarga: primi contagiati a Naro e Ravanusa

  • L'omicidio di Furci Siculo, l'assassino di Lorena ai carabinieri: "Non so perché l'ho fatto"

  • Rientra in città dal Nord e in famiglia scoppia il parapiglia: accorre la polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento