Feto morto dopo 30 settimane di gestazione, 9 indagati a Ginecologia

Ad essere iscritti nel fascicolo della Procura sono stati 3 ginecologi, 2 ostetriche, 1 infermiere e 3 "portantini"

Sono 9 gli indagati del reparto Ginecologia e Ostetrica dell'ospedale "San Giovanni di Dio" - 3 ginecologi, 2 ostetriche, 1 infermiere e 3 "portantini" - per la morte del feto, arrivato alla trentesima settimana, lo scorso giugno. A rivolgersi alla Procura della Repubblica - il fascicolo è curato dal Pm Sara Varazi - è stata la coppia di Raffadali che perse il piccolo. Pare, secondo quanto riporta il quotidiano La Sicilia, che la puerpera avesse tenuto in grembo, senza particolari problemi, per 30 settimane il feto. Poi, dopo non aver sentito più i movimenti, la donna si è recata in ospedale. A causa di un quadro clinico ormai allarmante, i medici hanno deciso per un taglio cesareo e il feto è nato morto.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • "Il direttore mi convocava e mi chiedeva se mio marito era sessualmente all'altezza", racconto choc in aula

  • Incidente sulla statale Agrigento-Raffadali: due feriti in ospedale

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

  • "Col passato ho chiuso e studio per diplomarmi", ex braccio destro del boss chiede di tornare libero

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento