Venne devastato da un incendio, arrivano 679 mila euro per l'Oratorio

Si potrà procedere al restauro di cui lo stabile aveva bisogno, ma si potrà definitivamente archiviare – con la manutenzione straordinaria - quella brutta “pagina” dell’estate di tre anni fa

Nell’agosto del 2015, la chiesa Madre di Palma di Montechiaro subì un attentato. Qualcuno appiccò il fuoco alla cappella dedicata alla Madonna e le fiamme arrivarono, e devastarono, anche all’attiguo Oratorio del Santissimo Rosario. Adesso, l’Oratorio – grazie ad un finanziamento di  679.600 euro – rinascerà. Perché con questi soldi non soltanto si potrà procedere al restauro di cui aveva bisogno, ma si potrà definitivamente archiviare – con la manutenzione straordinaria - quella brutta “pagina” dell’estate di tre anni fa. A dare notizia del finanziamento ricevuto dal Comune di Palma di Montechiaro è stato, ieri, il sindaco Stefano Castellino e tutta la sua Giunta.

Il progetto è stato inserito nel “Patto per lo sviluppo” della Regione Siciliana, sottoscritto tra il presidente del Consiglio dei ministri ed il presidente della Regione Siciliana. “Il progetto esecutivo dei lavori di manutenzione straordinaria e restauro dell'Oratorio del Santissimo Rosario di Palma di Montechiaro è stato approvato dall’Esecutivo, in linea amministrativa, il 6 marzo scorso – ha spiegato, ieri, Castellino - . Ringrazio tutti gli assessori, i collaboratori, i funzionari ed i dipendenti comunali coinvolti per l'eccellente lavoro svolto che ci ha consentito di raggiungere questo altro importate traguardo. L'ufficio tecnico comunale procederà, entro brevissimo tempo, a tutti gli adempimenti successivi per arrivare all'affidamento dei lavori. E’ un altro importante obiettivo raggiunto dall'amministrazione”. Castellino ha voluto anche ringraziare il presidente della Regione, Nello Musumeci, e l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone. Il decreto, a Palma di Montechiaro, è arrivato durante i festeggiamenti in onore di Maria Santissima del Rosario. L’Oratorio ha anche una grande importanza storica: è collegato con la chiesa Madre ed è la sede della confraternita del Santissimo Rosario. Dall’altro lato, invece, c’è la sede del Santissimo Crocifisso.

Ma non è finita. Perché Palma di Montechiaro aspetta, forse anche con ansia, un altro decreto per il restauro della chiesa Madre. Ed ormai dovrebbe essere una questione di settimane. Il finanziamento per i lavori di manutenzione straordinaria e restauro dell’Oratorio del Santissimo Rosario arriva dopo il milione di euro concesso per la riqualificazione urbana dell’asse viario via Turati, piazze Tomasi, Emanuele, Provenzani e per il recupero del palazzo Ducale. Fondi, in questo caso, inquadrati nel “Programma regionale di finanziamento per la promozione di interventi di recupero finalizzati al miglioramento della qualità della vita e dei servizi pubblici urbani nei Comuni della Regione Siciliana”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento