Operazione Jackpot, sequestrati beni per 15 milioni di euro

I militari del nucleo Investigativo di Roma hanno eseguito anche una misura di prevenzione patrimoniale emessa, su richiesta della Dda, dalla sezione Misure di Prevenzione del tribunale

I militari del nucleo Investigativo di Roma hanno eseguito anche una misura di prevenzione patrimoniale, emessa dal tribunale di Roma - sezione Misure di Prevenzione - su richiesta della Dda, nei confronti di Salvatore Nicitra, Francesco Inguanta e Rosario Zarbo, già destinatari di misura cautelare in carcere.

Il monopolio di slot machine e scommesse: ecco gli affari del re di Roma Nord

Il decreto di sequestro dei beni, finalizzato alla confisca, quale misura di prevenzione patrimoniale, colpisce il patrimonio riconducibile ai tre. Consiste in 37 beni immobili, anche di pregio, di cui 33 ubicati a Roma e provincia e 4 a Palma di Montechiaro, 19 società di cui 2 nel settore della ristorazione, 6 nella gestione di sale giochi e scommesse,  3 società immobiliari  e 8 società di servizi, ubicate a Roma e provincia, 130 rapporti finanziari/bancari, 25 veicoli di cui 8 autovetture, 16 motocicli e un ciclomotore, per un valore complessivo di circa 15 milioni di euro.

Salvatore Nicitra, il re di Roma Nord: chi è l'ex della Banda della Magliana con il ruolo di paciere

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade dal carro di Carnevale ed è tragedia: morto un bimbo di 4 anni

  • Emergenza Coronavirus, scatta la quarantena per tre persone

  • La Questura ferma il Carnevale di Sciacca, la kermesse è stata definitivamente annullata

  • "C'è un sospetto caso di Coronavirus al pronto soccorso", l'allarme viaggia su Whatsapp: è una fake news

  • L'incidente mortale a San Leone, arrestato il 49enne che era alla guida dell'auto

  • Psicosi Coronavirus, dirigenti scolastici sospendono le gite

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento