Operazione antidroga "Bazar", due condanne confermate in appello

Per quattro altri imputati è intervenuta la prescrizione per i fatti risalenti fino al luglio del 2011

(foto ARCHIVIO)

Operazione "Bazar", due condanne confermate, due assoluzioni e due riduzioni di pena.

E' questa la decisione della Corte d'Appello di Palermo che si è pronunciata su sei cittadini tunisi arrestati nel 2013 perché accusati di essere parte di un'organizzazione dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti che aveva individuato come proprie basi operative la villetta Pertini di San Leone e Porta di Ponte. L'operazione fu chiamata "Bazar" e venne portata a termine dalla Squadra mobile della polizia.

I giudici alla fine hanno disposto il non doversi procedere per intervenuta prescrizione nei confronti di Toumi Faouzi (a cui è stata anche revocata la sanzione interdittiva applicata) e Messaoudi Houssemedeine. E' stata inoltre ridotta la pena nei confronti dei coimputati Aidi Haitham e Ferchichi Zied, anche loro tunisini e già condannati in primo grado dal Tribunale di Agrigento. Il giudice, ritenendo prescritti appunto i fatti risalenti fino al luglio 2011, ha ridotto la pena a nove mesi di reclusione e 2mila euro di multa. E' stata invece confermata la condanna di primo grado per Barrechad Sadt e Kajja Soufiane, che sono stati condannati anche a pagare le spese legali.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento