Omicidio Vivacqua, la vicenda torna per la terza volta in corte d'Appello

Lo ha deciso la cassazione: a giugno erano stati condannati all'ergastolo i presunti killer

(foto ARCHIVIO)

Omicidio Paolo Vivacqua, la vicenda torna per la terza volta in Appello. Lo ha deciso la Cassazione. La Corte d’Assise di Milano dovrà infatti valutare la posizione di Diego Barba e Salvino La Rocca, entrambi scarcerati nei mesi scorsi per decorrenza dei termini ed entrambi accusati di aver avuto un ruolo nella morte dell'imprenditore ravanusano ucciso a Desio nel 2011 con sette colpi di arma da fuoco. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Omicidio Vivacqua, confermate le condanne: ergastolo per i killer

Durante il processo di Appello bis, conclusosi nel giugno scorso, erano stati condannati entrambi a 23 anni, con l'accusa, rispettivamente, di essere stati il mandante dell'omicidio e l'intermediario nell'individuazione dei killer. La Corte decise l'ergastolo per chi è invece accusato di aver commesso materialmente il delitto, cioè Antonino Giarrana (di Ravanusa) e Antonino Radaelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • Ritrovata al Villaggio Mosè la 15enne scomparsa da Palermo a metà giugno

  • Sono in arrivo forti temporali: diramata l'allerta meteo "gialla"

  • "Stavamo collocando le microspie e ci ha sparato addosso", racconto choc di tre tecnici in incognito

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Scazzottata con tragedia in via Petrarca, 64enne si accascia al suolo e muore

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento