L'agguato ad Alessandria della Rocca, fermato 84enne reo confesso dell'omicidio

Si tratta di Gioacchino Di Libertà, incensurato, proprietario di un terreno non lontano dalla proprietà della vittima. Dissidi legati a questioni di vicinato sarebbero all'origine del gesto

Foto d'archivio

È durato meno di 24 ore il giallo dell'omicidio di Liborio Plazza, il 72enne ucciso a colpi di fucile nella mattinata di ieri ad Alessandria della Rocca. I carabinieri di Cammarata, coadiuvati dai colleghi del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Agrigento, fanno sapere di aver fermato un uomo che ha confessato di essere l'autore del delitto.

Un'auto notata sulla scena del delitto

Si tratta di Gioacchino Di Libertà, 84enne del posto, incensurato, proprietario di un terreno non lontano dalla proprietà della vittima. L’omicidio sarebbe scaturito al culmine di una spirale di dissidi legati a questioni di vicinato. Messo alle strette dagli inquirenti, l’uomo ha confessato.

Freddato un agricoltore di 72 anni

Il cadavere del settantaduenne incensurato che, secondo la ricostruzione ufficiale dei carabinieri del comando provinciale di Agrigento, lavorava nell’impresa agricola del figlio è stato ritrovato ieri alle 9,45 circa, in contrada Chimmesi, a poca distanza dagli appezzamenti di terreno di sua proprietà. Acquisita la segnalazione, sul posto si sono precipitate le pattuglie dei carabinieri di Alessandria della Rocca, della compagnia di Cammarata – che è competente per territorio -, del nucleo Investigativo del reparto Operativo del comando provinciale di Agrigento.

Pare – ma non ci sono conferme istituzionali al riguardo – che oltre al cadavere dell’uomo sia stata anche segnalata la presenza di un’autovettura che si allontanava. Una macchina che, ieri, per tutta la giornata, i militari dell’Arma avrebbero cercato e non soltanto ad Alessandria della Rocca. Oggi, infine, la confessione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Il mondo di un agrigentino a Budapest, Gero Miccichè: "Io e la Disney, una grande emozione"

  • Cliente preleva allo sportello e si accorge dell'incendio in banca: chiusa piazza per ore

  • Mette in vendita i mobili e le rubano 1.050 euro dal bancomat: ecco la nuova truffa

  • Sorpresa in un'osteria di Realmonte, arriva Giancarlo Giannini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento