"Negozio di animali aperto oltre l'orario consentito", scatta la sanzione

Gli agenti hanno identificato il figlio della titolare, che si trovava al negozio per aiutare la madre nella gestione dell’attività

foto achivio

I poliziotti del commissariato di Canicattì hanno sanzionato due persone. Gli agenti, nell’ambito dei controlli utili al contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, disposto con Dcpm, hanno "beccato" un esercizio commerciale regolarmente aperto oltre l'orario consentito. 

Gli agenti hanno  identificato il figlio della titolare, che si trovava al negozio per aiutare la madre  nella gestione dell’attività, pur non essendo rappresentante. Alla donna, secondo quanto fatto sapere dalla Questura "veniva contestato di avere esercitato l’attività di vendita al dettaglio di mangimi mediante rappresentante non autorizzato mentre al figlio, veniva contestato  essendosi portato in Canicattì, da altra provincia, senza giustificato motivo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • Ritrovata al Villaggio Mosè la 15enne scomparsa da Palermo a metà giugno

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

  • Gli cade il telefonino, torna indietro e non lo ritrova più: avviate indagini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento