Disabile segregato, il Consiglio di Naro: "Diffondere la prevenzione dalla violenza"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Nell'esprimere un attestato di stima e nel ringraziare le forze dell'ordine per la liberazione del giovane disabile e per l'arresto dei responsabili della sua prigionia, il Consiglio Comunale di Naro, nella sua interezza, condanna le forme di segregazione e di oppressione nei confronti dei disabili. 

Infatti, in ogni violenza e in ogni maltrattamento c'è quasi sempre una nota subdola e vigliacca, anche nel caso che ha portato la nostra Naro alla ribalta delle cronache nazionali.
Anche qui, la vittima è un soggetto che ha come punto di riferimento i propri aguzzini. Anche qui, la vittima rientra in una delle categorie deboli. 
L' attività di prevenzione dei comportamenti violenti, dei maltrattamenti, delle abominevoli angherie deve essere una pratica da difendere e diffondere fino a farla diventare un obiettivo centrale  della nostra realtà e di tutte le realtà locali che saranno tanto più mature quanto più sapranno anteporre il principio di solidarietà e di comunità agli edonismi e agli egoismi.
 
A nome di tutta l'assise,
Il Presidende Lillo Valvo
I Capigruppo in Consiglio Cristina Scanio, Vincenzo Giglio.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento