Bracciante ucciso a colpi di zappa e spranga, parte appello per padre e figlio

Tre giorni dopo la condanna in primo grado a 22 anni per Anisoara Lupascu, 40 anni, riprende il processo a carico di Vasile Lupascu, 45 anni, e di Vladut Vasile Lupascu, 20 anni: sono marito e figlio della donna

Constantin Pinau

Tre giorni dopo la condanna in primo grado a 22 anni per Anisoara Lupascu, 40 anni, riparte in appello il processo a carico dei due uomini - marito e figlio della donna - che hanno scelto il giudizio abbreviato. Il gup di Agrigento, Francesco Provenzano, l'11 luglio dell'anno scorso, ha condannato a 30 anni di reclusione Vasile Lupascu, 45 anni, e il figlio Vladut Vasile Lupascu, 20 anni, accusati del brutale omicidio, a colpi di zappa e spranga, dell’agricoltore trentasettenne Costantin Pinau. Il giudice ha riqualificato, invece, l'accusa di tentato omicidio ai danni della moglie, colpita a sua volta nel tentativo di difendere il marito, da tentato omicidio a lesioni.

La circostanza, insieme alla scelta del giudizio abbreviato, ha evitato ai due imputati la condanna all'ergastolo. I difensori, gli avvocati Diego Giarratana e Salvatore Pennica, hanno chiesto la riapertura dell'istruttoria ma i giudici della Corte di assise di appello non hanno accolto la richiesta rinviando l'udienza, per la requisitoria del pg e le arringhe di parte civile, al 22 settembre. La ricostruzione dell’episodio sembrava chiara dopo poche ore.

L'agguato, al culmine di una serie di litigi per motivi mai del tutto messi a fuoco, è avvenuto l'8 luglio del 2018 davanti all'abitazione di Naro della vittima. I due imputati, di origini rumene come la vittima, in primo grado sono stati condannati anche a pagare una provvisionale, vale a dire un anticipo del risarcimento del danno, di 60 mila euro ciascuno alla moglie e ai tre figli di Pinau che si sono costituiti parte civile con l'assistenza degli avvocati Francesco Scopelliti e Giovanni Salvaggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'agguato, sotto casa della vittima, sarebbe scattato dopo una serie di litigi scanditi, sembrerebbe, da aggressioni e denunce reciproche. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • "Stavamo collocando le microspie e ci ha sparato addosso", racconto choc di tre tecnici in incognito

  • Ritrovata al Villaggio Mosè la 15enne scomparsa da Palermo a metà giugno

  • Sono in arrivo forti temporali: diramata l'allerta meteo "gialla"

  • Scazzottata con tragedia in via Petrarca, 64enne si accascia al suolo e muore

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento