Investita da un pirata della strada, Sofia Tedesco non ce l'ha fatta: donati gli organi

L’intervento è stato coordinato dal primario Giancarlo Foresta e dal medico Rosalba Parla, referente delle donazioni. Nel corso dell’intervento sono stati prelevati fegato, reni e cornee

Sofia Tedesco non ce l’ha fatta. La sedicenne investita da un “pirata” della strada, l’otto agosto scorso, è morta all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta.

La sedicenne si è spenta nella tarda notte. I genitori, con gesto di altruismo e coraggio, hanno deciso di donare gli organi del piccolo angelo. E’ stata una lunga notte, il cuore della giovane Sofia ha smesso di battere a dieci giorni dal suo ricovero.

Un trauma cranico, le condizioni apparse subito disperate e la città che si è stretta attorno al dolore straziante della famiglia Tedesco. Questa notte, proprio alla famiglia, i medici hanno comunicato che non c’era più nulla da fare.  Il trauma cranico non ha lasciato scampo.

Da lì, la famiglia ha deciso di donare gli organi. Nella notte ad operare la ragazza è stata l’equipe dell’Ismett. L’intervento è stato coordinato dal primario Giancarlo Foresta e dal medico Rosalba Parla, referente delle donazioni.  Nel corso dell’intervento sono stati prelevati fegato, reni e cornee.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento