Gli fanno la multa di 6 mila euro e va in escandescenze: arrestato commerciante

Durante la compilazione degli atti, il quarantottenne si sarebbe però scagliato contro uno dei militari dell'Arma, spintonandolo e ingiuriandolo

E' stato sorpreso a vendere pesce - senza alcuna autorizzazione - lungo via Roma. A controllarlo sono stati i carabinieri della stazione di Porto Empedocle che, a causa delle irregolarità riscontrate, gli hanno elevato multe per oltre 6 mila euro. Durante la compilazione degli atti, il quarantottenne empedoclino si sarebbe però scagliato contro uno dei militari dell'Arma, spintonandolo e ingiuriandolo.

Il commerciante ambulante è stato subito bloccato e arrestato. Dovrà rispondere delle ipotesi di reato di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Su disposizione del sostituto procuratore di turno, D. A. è stato posto agli arresti domiciliari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche quest'ultimo controllo realizzato a Porto Empedocle rientra nell'attività, dei carabinieri, indirizzata a contrastare il diffuso fenomeno del commercio abusivo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • "No" assembramenti: stop a feste e sale da ballo, ipermercati chiusi le domeniche pomeriggio

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • Lascia i migranti davanti la spiaggia e riprende il largo: bloccato "taxi del mare" e arrestato scafista

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento