Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ricostruzione del ponte Petrusa, "Mani Libere": "Cantiere deserto, cosa e chi si aspetta?"

Il direttore regionale di Anas, Valerio Mele, aveva annunciato la fine dei lavori entro questo mese

 

“Ad osservare il cantiere sembra essere in uno dei tanti cantieri abbandonati di cui la Sicilia è piena! Il cantiere del ponte Petrusa è fermo o cosa? Nessun operaio visibile, nessun mezzo in movimento, si è forse fermato ancora il cantiere del ponte Petrusa? Cosa accade stavolta, si aspetta cosa e chi?”. Questi sono gli interrogativi posti dal “Movimento Mani Libere” di Agrigento che, in mattinata, ha documentato, con immagini, la momentanea inattività del cantiere. 

Anas: "Ponte Petrusa pronto entro febbraio 2020, nessuna certezza sul Morandi"

Il 21 novembre scorso, ai microfoni di AgrigentoNotizie, dal cantiere Petrusa il direttore regionale di Anas Sicilia, Valerio Mele, sui tempi di ultimazione dell’opera aveva detto: ”L’obiettivo è quello di poter avere tutte le travi montate sul viadotto entro la fine dell’anno ed entro il mese di gennaio 2020 o al massimo di febbraio, si potrebbe avere il completamento dei lavori”.

Nuovo ponte Petrusa, consegna dei lavori a rischio entro le scadenze previste

Sulla prima scadenza, annunciata dal dirigente Anas, registriamo un oggettivo ritardo: il 2020 segna, infatti, già 34 giorni. Le travi sono già state preparate in cantiere e il loro montaggio potrà avvenire solo ad ultimazione del periodo di "stagionatura" del calcestruzzo utilizzato per la realizzazione delle pile, periodo che per legge non può essere inferiore ai 28 giorni.  Sulla seconda scadenza, quella della fine dei lavori, annunciata entro fine mese, c’è ancora margine di tempo anche se i pochi giorni lavorativi restanti potrebbero indurre a pensare che, con molta probabilità, anche questa scadenza non sarà rispettata.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento