Fillea-Cgil, Filca-Cisl e Feneal-Uil, morti sul lavoro: "Controlli carenti"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Le organizzazioni sindacali di categoria Fillea-Cgil, Filca-Cisl e Feneal-Uil, nell’esprimere sdegno e grande preoccupazione per questo ultimo fatto di cronaca, constatano che dall’inizio dell’anno si assiste inermi ad incidenti mortali sul lavoro in settori diversi: agricoltura, servizi, edilizia, etc. Ultimo di questi tragici eventi a Palma di Montechiaro in un cantiere, che la stampa definisce edile e che notizie del luogo dell’evento inquadrano in agricoltura, è morto un lavoratore.

Alla famiglia di Michele Lumia va il cordoglio e la vicinanza di Fillea, Filca, Feneal e di tutto il mondo del lavoro cui rappresentano. E’ l’ennesimo caso che ripropone il tema della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. E’ un’ulteriore sconfitta per le Istituzioni e le parti sociali il cui compito è quello di accrescere la cultura della sicurezza nei posti di lavoro e aumentare i controlli e le ispezioni per verificare il rispetto delle regole sulle norme in vigore.

Gli incontri con le istituzioni regionali e territoriali non hanno portato fino ad oggi al risultato sperato di prevenzione e repressione di queste problematiche. La magistratura accerterà nello specifico i fatti e stabilirà le responsabilità. Le Istituzioni preposte, le ooss, le parti sociali, gli Enti interessati dovranno fare uno sforzo comune per la formazione e l’informazione agli addetti nonché il controllo sul territorio che ad oggi risulta molto carente.


 

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento