Caso Rigoli: il 26 marzo il Gip deciderà se archiviare o meno

Ha rinviato 'per vizio di forma' al prossimo 26 marzo, alle 11, l'udienza nella quale dovrà pronunciarsi in merito alla opposizione alla richiesta di archiviazione per i sei medici che ebbero in cura il giovane Vincenzo Rigoli, deceduto nella sala operatoria dell'ospedale "S. Giovanni d Dio" di Agrigento la notte del 17 dicembre 2012

Il Gip del Tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, ha rinviato 'per vizio di forma' al prossimo 26 marzo, alle 11, l'udienza nella quale dovrà pronunciarsi in merito alla opposizione alla richiesta di archiviazione per i sei medici che ebbero in cura il giovane Vincenzo Rigoli, deceduto nella sala operatoria dell'ospedale "S. Giovanni d Dio" di Agrigento la notte del 17 dicembre 2012.

Durante i lavori dell'odierna seduta, infatti, è stato riscontrato un difetto di notifica nei confronti di uno dei sanitari indagati.

Costuitisi, invece, a mezzo dei propri legali, gli altri cinque medici.

Giuseppe Rigoli e Michela Frasca, genitori di Vincenzo, confidano nella decisione del giudice affinchè si possa, previa effettuazione di idoneo processo, stabilire le verità su quanto effettivamente accaduto negli ambienti del nosocomio agrigentino fino al decesso del figlio di soli 19 anni, avvenuta per shock emorragico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

  • "Cosa nostra" in Canada, il nuovo padrino è Leonardo Rizzuto

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento