"Coltivava canapa indiana", condannato a tre anni di reclusione

Il Pm, Carlo Boranga, aveva chiesto 4 anni e 6 mesi, mentre il difensore dell'imputato reclamava l'assoluzione

Un giudice durante una udienza

Tre anni di reclusione. E' la sentenza pronunciata, nel processo celebrato con il rito abbreviato, per Calogero Alagna, di 39 anni, agricoltore di Montevago, accusato di avere "coltivato una piantagione di capana indiana" tra le palazzine diroccate a seguito del terremoto del 1968.

I carabinieri arrestarono Alagna lo scorso aprile. Ancora oggi si trova ai domiciliari. Il pubblico ministero, Carlo Boranga, aveva chiesto la sua condanna a 4 anni e 6 mesi, mentre il difensore dell’imputato, l’avvocato Francesco Di Giovanna, ha chiesto l’assoluzione, sostenendo che anche dal processo non sono emersi elementi a supporto dell’accusa.

A fioritura ultimata, la piantagione avrebbe fruttato al dettaglio un guadagno di circa 300 mila euro. 

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • "Massacrata a pedate dallo zio", ragazza in gravi condizioni: arrestato 46enne

  • Scopre il tradimento del marito e per strada scoppia il parapiglia

  • "Un fucile a canne mozze in camera da letto", arrestato un insospettabile 25enne

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Le dichiarazioni del pentito Quaranta: "Ecco il consiglio provinciale di Cosa Nostra"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento