"Coltivava canapa indiana", condannato a tre anni di reclusione

Il Pm, Carlo Boranga, aveva chiesto 4 anni e 6 mesi, mentre il difensore dell'imputato reclamava l'assoluzione

Un giudice durante una udienza

Tre anni di reclusione. E' la sentenza pronunciata, nel processo celebrato con il rito abbreviato, per Calogero Alagna, di 39 anni, agricoltore di Montevago, accusato di avere "coltivato una piantagione di capana indiana" tra le palazzine diroccate a seguito del terremoto del 1968.

I carabinieri arrestarono Alagna lo scorso aprile. Ancora oggi si trova ai domiciliari. Il pubblico ministero, Carlo Boranga, aveva chiesto la sua condanna a 4 anni e 6 mesi, mentre il difensore dell’imputato, l’avvocato Francesco Di Giovanna, ha chiesto l’assoluzione, sostenendo che anche dal processo non sono emersi elementi a supporto dell’accusa.

A fioritura ultimata, la piantagione avrebbe fruttato al dettaglio un guadagno di circa 300 mila euro. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • Scoppia la lite fra due teenager: una ferita, l'altra denunciata

  • Incidente sulla statale 123, uomo perde controllo dell'auto: estratto dalle lamiere

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento