Il maxi posteggio di Bovo Marina, il Gip ha convalidato il sequestro

Sabato scorso, l'area era stata restituita alla collettività: sarà il Comune di Montallegro e non più dai privati a gestirla

Il momento del sequestro

Il Gip del tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, ha convalidato il sequestro preventivo del parcheggio di Bovo Marina disposto nei giorni scorsi dalla Procura della Repubblica. 

Inveisce contro i carabinieri, arrestato parcheggiatore esagitato

Sabato scorso, il posteggio - seppur sequestrato - è stato riaperto e adesso viene gestito dal Comune di Montallegro e non più dai privati che, secondo quanto ipotizza un'inchiesta della Procura di Agrigento, se ne sarebbero appropriati in maniera indebita.

Bovo Marina, dopo il sequestro riapre il posteggio

L'inchiesta - nella quale risultano essere indagate 8 persone - non è ancora chiusa. "Siamo intervenuti con un provvedimento di sequestro di urgenza perchè la stagione estiva è ormai prepotentemente entrata nel vivo ma ci saranno presto altri sviluppi, l'inchiesta è alle battute iniziali" - aveva detto, durante la conferenza stampa di presentazione dell'operazione, il procuratore aggiunto di Agrigento, Salvatore Vella - . 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'inchiesta sul parcheggio abusivo di Bovo Marina, Vella: "Uffici compiacenti"

Ad eseguire il sequestro di oltre 5.300 metri quadrati di terreno, - adibito a parcheggio -  furono, lo scorso 12 giugno a Bovo Marina, gli agenti della polizia municipale, i carabinieri, la Guardia costiera, il corpo Forestale e i rappresentanti dell'ufficio del Demanio. L'inchiesta è coordinata dal pubblico ministero di Agrigento Gloria Andreoli. Il titolo di reato ipotizzato è invasione di terreno pubblico. Le indagini hanno permesso, infatti, di scoprire che era stata occupata abusivamente l’area appartenente al Demanio ed era stata adibita a parcheggio per i bagnanti.

"Invasione di terreno pubblico", sequestrata un'area di 5.300 metri quadrati: 8 indagati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • Bonus vacanze, servirà una "identità digitale" ... e in tanti devono ancora richiederla

  • "No" assembramenti: stop a feste e sale da ballo, ipermercati chiusi le domeniche pomeriggio

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • Lascia i migranti davanti la spiaggia e riprende il largo: bloccato "taxi del mare" e arrestato scafista

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento