"Ti faccio satari col tritolo", trentasettenne sotto inchiesta per minacce al procuratore aggiunto

Si tratta di Fabio Bellanca, arrestato nei mesi scorsi con l'accusa di estorsione: l'intimidazione dopo un incontro casuale al centro commerciale

"A chistu pubblico ministero l'ama fari saltari in aria col tritolo". Fabio Bellanca, 37 anni, di Joppolo Giancaxio, arrestato lo scorso luglio con l'accusa di estorsione ai danni di una donna, che sarebbe stata costretta a dargli 37 mila euro, finisce sotto inchiesta con l'accusa di minaccia grave ai danni del procuratore aggiunto di Agrigento Salvatore Vella.

Bellanca, lo scorso 17 luglio, incontrò casualmente Vella che stava pranzando al centro commerciale insieme a una collaboratrice. L'uomo, secondo la ricostruzione dell'episodio, riconoscendo il numero due della Procura, si è avvicinato per minacciarlo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Minacce al procuratore Vella, solidarietà dei deputati M5S 

Vella ha chiamato i carabinieri che lo hanno identificato e denunciato. Adesso il pubblico ministero di Caltanissetta Stefano Sallicano gli ha fatto notificare l'avviso di conclusione delle indagini preliminari. Bellanca, che alcune settimane dopo fu arrestato per estorsione, ha nominato come difensore l'avvocato Daniele Re.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • "No" assembramenti: stop a feste e sale da ballo, ipermercati chiusi le domeniche pomeriggio

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

  • Gruppetto di tunisini sbarca a San Leone: i migranti scappano a gambe levate

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento