Comitini, una lettera intimidatoria: minacce di morte a due assessori

La macabra missiva era indirizzata al vice sindaco Gennaro Fiorello, che ricopre la delega per il Settore amministrativo e quella per lo Sport e spettacolo, e all'assessore per le Infrastrutture e i Lavori pubblici, Salvatore Bruno. L"invito" per entrambi, come riportato dal Giornale di Sicilia, era ad "abbandonare tutte cose"

Una lettera contenente minacce di morte è stata recapitata ieri al Comune di Comitini. 

La macabra missiva era indirizzata al vice sindaco Gennaro Fiorello, che ricopre la delega per il Settore amministrativo e quella per lo Sport e spettacolo, e all'assessore per le Infrastrutture e i Lavori pubblici, Salvatore Bruno.

L"invito" per entrambi, come riportato dal Giornale di Sicilia, era ad "abbandonare tutte cose", altrimenti il rischio è quello di fare "una brutta fine!". 

"Sono indignato. E' comunque il segnale che in questo paese si sta operando bene, si sta cercando davvero di fare pulizia", è stato del commento del sindaco Felice Raneri.

Lo stesso Raneri a metà luglio del 2014 era stato destinatario di quella che dovrebbe essere la prima intimidazione della storia registrata nel piccolo comune dell'Agrigentino. A lui era stata spedita una busta contenente un proiettile a salve e un biglietto di accuse e minacce.

Le indagini, come in quel caso, sono adesso condotte dai carabinieri per cercare di risalire ai mittenti.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti