"Non hanno messo in sicurezza una palazzina", il Comune chiede 16 mila euro ai proprietari

Si tratta di un immobile che si trova nei pressi di via Gamez, nel centro storico. L'amministrazione ha anticipato la spesa per i lavori, ma non è riuscita a recuperarla

Un tratto di via Gamez (foto: Google Street View)

Non hanno messo in sicurezza una palazzina nel centro storico e adesso il Comune chiede quasi 16 mila euro anticipati per i lavori.

Il sindaco di Agrigento, Calogero Firetto, ha autorizzato un’azione legale davanti al tribunale nei confronti di alcuni cittadini proprietari di un immobile che si trova nei pressi di via Gamez, a cui era stato ordinato, nel 2010, di eseguire lavori di messa in sicurezza di alcune parti pericolanti dell’edificio.

Non avendo dato seguito all’ordinanza, l’amministrazione aveva affidato i lavori ad un’impresa anticipando, per conto dei proprietari, la somma complessiva di 15.853 euro. Nonostante la diffida inviata ai proprietari, il Comune non è riuscito ancora a recuperare l’importo speso, da qui l’azione legale autorizzata dal sindaco, che ha conferito l’incarico di difesa e rappresentanza dell’ente al dirigente del primo settore, Affari generali, Antonio Insalaco. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • "Hanno incassato 80 mila euro su un prestito di 25, ma ancora volevano soldi": fermati due fratelli

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

  • Alberi e detriti per strada, il sindaco: "Non uscite da casa se non necessario"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento