"Occupazione abusiva di area demaniale", dissequestrato stabilimento balneare

I sigilli erano stati collocati, dalla Guardia costiera, nei giorni scorsi sulla spiaggia di contrada Bertolino Mare di Menfi e sulle attrezzature

La prova dei fatti è stata cristallizzata con il sequestro probatorio. Adesso non ci sono più esigenze e i beni potrebbero finire con l'essere danneggiati da agenti atmosferici o utilizzati arbitrariamente da quanti frequentano la spiaggia. E' puntato su questo che gli avvocati Luigi e Sandro La Placa hanno chiesto e ottenuto, dalla Procura di Sciacca, il dissequestro dei 150 ombrelloni, delle 300 sdraio e del materiale sequestrato, dalla Guardia costiera, nei giorni scorsi sull'arenile di Menfi.

"Occupazione abusiva di area demaniale", sequestrati 2400 metri di area attrezzata

I sigilli erano stati collocati su 2.400 metri quadrati - sulla spiaggia di contrada Bertolino Mare di Menfi - e sulle attrezzature. Il sequestro scattò - scriveva la Guardia costiera - perché dagli accertamenti il titolare "risulta non essere in possesso di regolare titolo concessorio dall’annualità del 2014". Le ipotesi di reato avanzate sono, dunque, arbitraria e abusiva occupazione di area demaniale. 

Due le persone iscritte nel registro degli indagati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento