Secondo colpo in poco più di un mese, "cacciatori" di rame scatenati

A formalizzare la denuncia di furto, contro ignoti, sono stati – una volta che hanno fatto l’amara scoperta - i responsabili dell’Enel

Hanno “colpito” di nuovo. Poco più di un mese dopo l’ultimo – in ordine di tempo – furto, i “cacciatori” di “oro rosso” sono tornati a razziare le campagne di Menfi. Praticamente sempre la stessa contrada. Nelle ultime ore, una banda di malviventi ha tranciato e portato via ben 900 metri di cavi di rame della rete elettrica dell’Enel. E’ accaduto tutto in contrada Cavaretto. A formalizzare la denuncia di furto, contro ignoti, sono stati – una volta che hanno fatto l’amara scoperta - i responsabili dell’Enel.

Disagi, inevitabili, in tutta la zona che è rimasta praticamente al buio. Il danno, provocato all’Enel, è stato quantificato in alcune migliaia di euro. I carabinieri della stazione di Menfi hanno, naturalmente, già avviato le indagini. Appare fortemente probabile – anche per la zona da razziare prescelta – che ad agire possano essere stati sempre gli stessi delinquenti. Nel primo episodio vennero portati via – con un danno di circa 3 mila euro -ben mille metri di cavi di rame della bassa tensione. Il tutto avviene sempre, come da copione, senza essere notati, né tantomeno sentiti da nessuno.

Potrebbe interessarti

  • L'arnica, un rimedio naturale a dolori e infiammazioni

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Il caffè è buono e fa bene

  • Specchio, specchio delle mie brame

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • Scooterone finisce dentro un canale di scolo: muore trentenne a causa di un incidente

  • "Sequestro di persona e abuso d'ufficio", Legambiente Sicilia denuncia Salvini

  • Chef Rubio choc su Instagram: "Lampedusa? Bella, ma è anche l'isola della cocaina e mafia"

  • Incidente tra auto e scooter, ferito grave il motociclista: trasferito in elisoccorso

  • Ignoti strappano annuncio mortuario per il trigesimo di Andrea Camilleri

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento