"Aveva hashish, marijuana e cocaina", giudizio immediato per 45enne

Il processo a carico dell'indagato, che è difeso dall’avvocato Calogero Lanzarone, inizierà il 19 marzo

L'indagato Vincenzo Orsini

Giudizio immediato per Vincenzo Orsini, 45 anni, di Menfi, nella cui abitazione, il 18 dicembre dello scorso anno, i carabinieri hanno trovato una decina di dosi di marijuana, alcuni grammi della stessa sostanza stupefacente, pochi grammi di hashish e qualche dose di cocaina. Circa 30 grammi di droga, complessivamente, ma al di là del quantitativo quello che si è evidenziato è stata la presenza, nell’abitazione, di un’ampia varietà di droga oltre che di mannite e ammoniaca, sostanze con le quali si tagliano gli stupefacenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il menfitano, su disposizione della Procura della Repubblica di Sciacca, è stato posto ai domiciliari e successivamente rimesso in libertà con obbligo di dimora a Menfi. Il pubblico ministero, Carlo Boranga, ha chiesto e ottenuto dal Gip, Alberto Davico, il giudizio immediato e il processo a carico di Orsini, che è difeso dall’avvocato Calogero Lanzarone, si terrà con inizio il 19 marzo prossimo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • "Feroce" rissa davanti ad un ufficio postale, la Mobile evita il peggio: tre denunciati

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento