"Materiali smaltiti irregolarmente e inquinamento", sequestrata autodemolizioni

Si tratta del terzo, analogo, caso. I controlli della polizia Ferroviaria, dell'Arpa e del Libero consorzio andranno avanti

(foto ARCHIVIO)

Materiali ferrosi ammassati in malo modo, vecchi pneumatici di auto smaltiti irregolarmente e olio esausto sversato sul terreno. Per reati ambientali – violazione delle norme e presunto inquinamento - la polizia Ferroviaria di Agrigento e Palermo, assieme al personale dell’Arpa e del Libero consorzio comunale, ha sequestrato un impianto di autodemolizioni, in territorio di Agrigento. Il provvedimento dovrà, adesso, essere convalidato dal giudice per le indagini preliminari. Anche quest’area, sottoposta a sequestro preventivo, è stata messa a disposizione della Procura della Repubblica di Agrigento. 

Si tratta del terzo sequestro, messo a segno in un mese, di impianti tutti dello stesso genere. Ma non è finita. Gli agenti della Polfer di Agrigento, assieme al personale dell’Arpa e del Libero consorzio comunale, continueranno ad effettuare controlli mirati e a campione alle autodemolizioni della provincia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "giallo" di Canicattì: sentiti familiari e amici del 28enne morto, ritrovato il furgone

  • Scompare un pastore, scattano perlustrazioni e ricerche: ritrovato morto il 61enne

  • Traffico di cocaina dalla Calabria all'Agrigentino: tredici condanne

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento