Mastello distrutto, spunta un cartello: "Adesso chi lo ricompra a mia madre?"

Succede a San Leone, un agrigentino stanco dei continui e presunti danneggiamenti ai cestelli, ha deciso di scrivere una "lettera" ai netturbini

Il messaggio per i netturbini

“Avete rotto l’ennesimo cestello dell’umido. Che intenzione avete? Adesso glielo comprate voi un cestello nuovo a mia madre?”.Recita proprio così, il cartello che un agrigentino ha deciso di esporre fuori dalla propria abitazione.

Stanco dei continui e presunti danneggiamenti dei suoi mastelli, ha pensato di “scrivere” ai netturbini della sua zona. Tutto questo, accade nei pressi di San Leone. Il cestello, a dire dell’agrigentino, è stato ancora una volta distrutto. Cosa fare? Invitare i netturbini a farsi carico delle spese.

Un avviso quasi goliardico che di certo non è passato e non passerà inosservato. L’agrigentino, di certo, non l’ha presa bene. Il messaggio è diventato anche un post sui social, parole che si candidano a diventare virali.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • L'incidente che ha ucciso Angelo, Racalmuto è sotto choc: annullati tutti gli eventi del week end

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento