Mastelli svuotati in malo modo, arriva la stangata: multe per 75mila euro

Il Comune di Agrigento, di fatto, sta provando – e lo sta facendo in tutti i modi – a fare in modo che il servizio funzioni alla perfezione e che, in città, non ci siano più rifiuti abbandonati fra marciapiedi, slarghi e strade

Carenze nel servizio di “porta a porta” di raccolta differenziata? I funzionari del Comune di Agrigento hanno fatto sanzioni, con trattenute sulle loro fatture, alle imprese che si occupano proprio di svuotare i mastelli degli agrigentini. Una “stangata” di complessivi 75 mila euro. Inoltre, “quando il gioco si duro, i duri cominciano a giocare”. Per arrivare alla perfezione nel servizio di raccolta differenziata, da oggi parte – viene offerto a tutti i residenti - un apposito servizio di segnalazione, ovvero mediante un messaggio Whatsapp. 
Il Comune di Agrigento, di fatto, sta provando – e lo sta facendo in tutti i modi – a fare in modo che il servizio funzioni alla perfezione e che, in città, non ci siano più rifiuti abbandonati fra marciapiedi, slarghi e strade. Da un lato quindi chiede la collaborazione, il servizio di segnalazione serve proprio a questo, dei cittadini; dall’altro in caso di carenze vengono elevate sanzioni, che sono anche abbastanza consistenti, alle imprese.

Poi ci sono i controlli – meticolosi e capillari – dell’apposita squadra della polizia municipale che, nonostante il trascorrere dei mesi, continua a stanare e a multare i cosiddetti “lanciatori seriali”. Ed ancora, in campo – ossia fra strade principali e secondarie – sono state schierate le spazzatrici. Un mini macchinario è stato visto all’opera, ossia ripulendo, in via Atenea, in piazza Sinatra e in via Garibaldi. Una delle quattro spazzatrici di grandi dimensioni ha ripulito invece la centralissima via Empedocle, piazza Ravanusella – dove, per ogni martedì, è stato apposto apposito divieto di sosta – e altri sette chilometri di strade urbane.

“Nel corso della settimana entreranno in operatività piena altre tre grandi spazzatrici che opereranno nelle zone di Fontanelle, Monserrato e Villaggio Mosè, coprendo un percorso quotidiano di oltre 25 chilometri di spazzamento – ha già spiegato il sindaco della città dei Templi: Lillo Firetto -. Entro la fine del mese di ottobre sarà pubblicato il calendario degli interventi di spazzamento meccanizzato e degli interventi di lavaggio delle strade. In tempi brevi verrà riorganizzata la distribuzione degli operatori addetti allo spazzamento manuale – ha aggiunto il capo dell’amministrazione comunale - cercando di ottimizzare l'esiguo numero di addetti previsti dal capitolato d'appalto. Tutto questo per potere raggiungere tutte le strade cittadine”.

Nei giorni scorsi, per pianificare e ottimizzare i nuovi servizi, si era anche tenuto un apposito vertice operativo fra l’amministrazione comunale, i dirigenti di palazzo dei Giganti e i rappresentanti delle imprese che si occupano della raccolta differenziata dei rifiuti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento