Cade e resta ferito a causa di un marciapiede dissestato, Comune condannato

Il Municipio - che ha però già appellato la sentenza del tribunale - dovrà pagare un risarcimento danni di 13.700 euro, oltre ad interessi e rivalutazione monetaria

(foto ARCHIVIO)

Non passa ormai giorno senza che al Comune di Agrigento non arrivi una richiesta di risarcimento danni. Ci sono agrigentini che cadono, e si fanno male, a causa dei dissesti stradali, altri che riportano danni ad autovetture e ciclomotori; ci sono imprese che bussano alle porte di palazzo dei Giganti – chiedendo sempre risarcimenti – per mancati rimborsi o per contratti che non sono andati per come dovevano andare. Talvolta – esattamente per come è accaduto in quest’ultimo, in ordine di tempo, caso -, il Municipio viene anche condannato a pagare. E, naturalmente, a meno di tentativi di concordati dell’ultim’ora, non ha altra strada che provare ad impugnare la sentenza di condanna sperando che venga annullata o quantomeno ridimensionata.

Il sindaco Lillo Firetto così ha fatto nel caso della condanna a pagare, a carico del Comune, per una richiesta di risarcimento danni dopo una caduta a causa di un marciapiede dissestato.

Un agrigentino, il 7 marzo del 2015, è caduto lungo via Mazzini ad Agrigento. Ed è caduto a causa di un dissesto presente sul marciapiede e non segnalato. Ha citato il Comune davanti al tribunale di Agrigento che ha condannato l’ente a pagare un risarcimento danni di 13.700 euro, oltre ad interessi e rivalutazione monetaria a partire dal giorno del sinistro. Poste a carico del Municipio anche le spese processuali che sono di oltre 3 mila euro e le spese per le Ctu.

Una bella "botta" – l’ennesima – per palazzo dei Giganti che ha però deciso di impugnare, davanti la Corte d’appello di Palermo, la sentenza. E il sindaco Lillo Firetto ha, dunque, autorizzato di proporre azione di impugnazione ed ha conferito l’incarico di difesa e rappresentanza dell’ente all’avvocato Agata Vecchio, funzionario dello stesso palazzo dei Giganti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • Favara saluta Lorena con i lenzuoli bianchi, i familiari del presunto omicida: "Persa una figlia"

  • Aveva febbre e diarrea: morto un ghanese 20enne, scatta il protocollo sanitario per Covid-19

  • L'epidemia da Coronavirus si allarga: primi contagiati a Naro e Ravanusa

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • L'omicidio di Furci Siculo, l'assassino di Lorena ai carabinieri: "Non so perché l'ho fatto"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento