Calci, pugni per sei anni e libri in faccia alla compagna incinta: 25enne dal gup

Alessandro Rizzo, imputato di maltrattamenti e lesioni, è stato anche arrestato dopo avere minacciato di sfregiare la donna con l'acido

Alessandro Rizzo

L’ex compagna, già costretta a fuggire a Roma, dove sarebbe stata raggiunta dall’uomo che l’avrebbe perseguitata minacciando pure si sfigurarla con l’acido, si costituisce parte civile. La difesa non ha ancora comunicato la strategia processuale e lo farà all’udienza del 18 novembre. Nuovi guai per Alessandro Rizzo, 25 anni: il giovane, che ha nominato come difensore, l’avvocato Calogero Lo Giudice, è comparso questa mattina davanti al gup Luisa Turco che dovrà decidere se rinviarlo a giudizio, sempre se non dovesse chiedere riti alternativi, per le accuse di maltrattamenti e lesioni. Intanto la donna si è costituita in giudizio con l’assistenza dell’avvocato Consuelo Alonge.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le brutalità ai danni della donna, continuamente picchiata, minacciata e insultata, sarebbero iniziate nell’agosto del 2012 e concluse solo nel febbraio dell’anno scorso. Fra gli episodi più gravi, ipotizzati dalla Procura, ci sono una serie di pestaggi con calci, pugni e schiaffi di cui la compagna sarebbe stata vittima nel corso della gravidanza da parte di Rizzo che - sostiene l’accusa - avrebbe avuto l’abitudine di ubriacarsi. Nel 2012, secondo le denunce della donna che hanno fatto partire il procedimento, l’avrebbe picchiata selvaggiamente e poi portata in ospedale per farsi medicare. Lì l’avrebbe costretta a mentire e raccontare di essersi ferita in una rissa con un’altra donna, scoppiata per le conseguenze di un incidente stradale. Nel novembre del 2013 – anche in quella circostanza la donna era in stato di gravidanza – le avrebbe scaraventato con violenza un libro sul volto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Ritrovata al Villaggio Mosè la 15enne scomparsa da Palermo a metà giugno

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

  • Gli cade il telefonino, torna indietro e non lo ritrova più: avviate indagini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento