Sorveglianza speciale per il 49enne boss Vincenzo Meli

L’uomo sarebbe stato appartenente alla “Stidda” ed avrebbe aiutato il padre nelle richieste estorsive

Vincenzo Meli

Sorveglianza speciale per il boss Vincenzo Meli. Per l’uomo è stata applicata la misura di prevenzione personale con anche l’obbligo  di soggiorno nel comune di residenza. Lo rende noto l’edizione odierna de La Sicilia. Il 49enne è coinvolto nell’operazione  “Vuntur”.

Meli, attualmente, è detenuto al carcere di contrada “Petrusa”, ed è stato condannato al primo grado a 14 anni e 6 mesi di reclusione. L’uomo sarebbe stato appartenente alla “Stidda” ed avrebbe aiutato il padre nelle richieste estorsive. Meli avrebbe anche supportato il candidato e poi eletto sindaco Angelo Cascià.

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • "Massacrata a pedate dallo zio", ragazza in gravi condizioni: arrestato 46enne

  • "Un fucile a canne mozze in camera da letto", arrestato un insospettabile 25enne

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • Le dichiarazioni del pentito Quaranta: "Ecco il consiglio provinciale di Cosa Nostra"

  • "Vertici e affiliati di Cosa Nostra", 9 ordinanze di custodia cautelare: ai domiciliari l'ex consigliere comunale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento