Nicosia vuole cambiare "casacca" politica, ha paura di Pietro Grasso: "... mi brucia, certo che mi brucia"

Scrive la Dda: il collaboratore parlamentare "condividendo le preoccupazioni di Dimino concordava sull’opportunità di avere rapporti, invece, con deputati di Forza Italia, giudicati 'più garantisti' e 'più liberisti'"

L'indagato Antonello Nicosia

Voleva cambiare "casacca", cercare nuovi sponsor politici. Temeva il senatore Pietro Grasso: "quello mi brucia, certo che mi brucia …". Emergerebbe anche questo dalle conversazioni prima e dalle pagine del provvedimento di fermo a carico, fra gli altri, del collaboratore parlamentare Antonino Nicosia (conosciuto come Antonello), 48 anni, originario di Sciacca. L'inchiesta - denominata "Passepartout" - è stata coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia con in testa il procuratore Francesco Lo Voi, l’aggiunto Paolo Guido e dai sostituti Geri Ferrara e Francesca Dessì. Sul campo ha indagato prima ed eseguito i provvedimenti all'alba di lunedì il Gico della Guardia di finanza e il Ros dei carabinieri.  

Blitz "Passepartout", 5 fermati: ci sono anche un capomafia e un collaboratore parlamentare

"Nicosia, a un certo punto, si persuadeva che, al fine di realizzare i propri ambiziosi (e illeciti) progetti occorreva ricercare nuovi sponsor politici, anche in ragione del fatto che i rapporti con la Occhionero lo avrebbero inevitabilmente associato al gruppo politico capeggiato dal senatore Pietro Grasso (come noto leader di “Liberi e Uguali”), il che lo avrebbe messo in difficoltà con l’associazione mafiosa" - scrivono i magistrati della Dda di Palermo - . E' il 28 febbraio del 2019 quando viene intercettata la conversazione, all’interno di un'autovettura, con il presunto capomafia Accursio Dimino di 61 anni.

NICOSIA Antonino: ... voglio fare cambio io, voglio cambiare deputata.
DIMINO Accursio: ahm, ehm… che sei con i Radicali per ora?
NICOSIA Antonino: io sono Radicale e resto Radicale però siccome collaboro alla Camera come consulente di una deputata di Grasso ... 

"Dimino - stando a quanto viene ricostruito nel provvedimento di fermo - metteva in guardia l'altro circa i rischi dei rapporti fra Nicosia e la “deputata di Grasso”. La riconducibilità del parlamentare direttamente al senatore Pietro Grasso avrebbe comportato - prosegue la ricostruzione della Dda di Palermo - il rischio di avere rapporti con un ex magistrato notoriamente impegnato, professionalmente e politicamente, sul fronte antimafia. 

DIMINO Accursio: ah, di quelli… attento …

"Nicosia, condividendo le preoccupazioni di Dimino, concordava sull’opportunità di avere rapporti, invece, con deputati di Forza Italia, giudicati da Dimino 'più garantisti' e 'più liberisti'" - scrivono i magistrati della Direzione distrettuale antimafia - .

NICOSIA Antonino: lo vorrei fare con questi di Forza Italia, sarebbe meglio.
DIMINO Accursio: sarebbe meglio che sono più garantisti …

NICOSIA Antonino: sono più …
DIMINO Accursio: liberisti e cose

"Entrambi convenivano che un’altra delle ragioni per le quali si rendeva ormai necessario per il Nicosia 'cambiare casacca' era che il senatore Grasso potesse scoprire - scrivono i magistrati della Dda - il suo pesante trascorso giudiziario e, dunque, non solo estrometterlo da qualsiasi incarico e collaborazione con il deputato Occhionero ma 'farlo fuori' da ogni ambiente politico".

NICOSIA Antonino: quello rompe i coglioni quello
DIMINO Accursio: quello, poi, quando gli comunicano una cosa di queste, oppure ti ehm… piglia, ti brucia
NICOSIA Antonino: vai, vai, vai… e intanto per ora non mi ha bruciato, certo, se…
DIMINO Accursio: perché forse ancora quella magari si limita
NICOSIA Antonino: se, se, se, se s'informano bene e s'informano ehm…
DIMINO Accursio: capace che che ti brucia
NICOSIA Antonino: mi brucia, certo che mi brucia …

"A quel punto Nicosia rivelava a Dimino - scrive la Dda di Palermo - che già si stava 'muovendo' proprio nel timore che, da un momento all’altro, Grasso potesse 'informarsi' e scoprire, oltre alla propria adesione al movimento politico dei Radicali, ideologicamente distante dal partito del senatore Grasso, 'altre cose'":

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

NICOSIA Antonino: e infatti mi sto muovendo, vedi che mi sto muovendo per sto motivo. 
DIMINO Accursio: perché quelli … ci vuole assai a capirlo! …
NICOSIA Antonino: perché mi spavento, mi spavento, e va be, certo … quello s'informa, dice … ma tu che minchia sei folle?! Con questo, con questo ti metti?…
DIMINO Accursio: che parla contro magistrati e cose?
NICOSIA Antonino: esatto, esatto!
DIMINO Accursio: già solo questo, non è che
NICOSIA Antonino: esatto
DIMINO Accursio: altre cose
NICOSIA Antonino: ma altre cose no, non deve toccare altre cose, perché poi gli dice le altre cose pure!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento