"Capo famiglia di Santa Margherita Belice", sorveglianza speciale per Pietro Campo

A decidere la misura di prevenzione è stato il tribunale di Agrigento, sezione I penale su proposta del questore di Agrigento

“Sorveglianza speciale e obbligo di soggiorno nel Comune di residenza per la durata di cinque anni”.  E’ questa la misura di prevenzione applicata a Pietro Campo di Santa Margherita di Belice. Il 67enne è un esponente di spicco della della consorteria mafiosa agrigentina “Cosa Nostra”. L'uomo, ha rivestito il ruolo di capo mandamento e “capo famiglia di Santa Margherita Belice”.

A decidere la misura di prevenzione è stato il tribunale di Agrigento, sezione I penale su proposta del questore di Agrigento. Campo, era sottoposto alla misura cautelare della custodia in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morta di malaria a 44 anni dopo una vacanza in Nigeria

  • Incidente sul lavoro: si ribalta il trattore e muore un 53enne

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Il mondo di un agrigentino a Budapest, Gero Miccichè: "Io e la Disney, una grande emozione"

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Cliente preleva allo sportello e si accorge dell'incendio in banca: chiusa piazza per ore

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento