Operazione "Nuova Cupola", oggi prima udienza nell'aula bunker del "Pagliarelli"

L'operazione antimafia risale al 26 giugno dello scorso anno, quando i poliziotti della squadra Mobile di Agrigento e del Commissariato di Porto Empedocle strinsero le manette ai polsi di 54 persone

Un momento della conferenza stampa all'indomani dell'operazione

Si svolgerà oggi, nell'aula bunker del carcere "Pagliarelli" di Palermo, l'udienza preliminare del processo "Nuova Cupola" che lo scorso anno ha delineato la nuova composizione di Cosa nostra nell'Agrigentino. 

La prima udienza del processo, che si svolgerà davanti al gup Daniela Cardamone, sarà dedicata alla costituzione delle parti (molti enti, tra cui la Camera di Commercio e Confindustria, chiederanno di essere ammessi come parte civile) e alle richieste di rito abbreviato. In totale gli imputati saranno cinquantuno.

L'operazione antimafia risale al 26 giugno dello scorso anno, quando i poliziotti della squadra Mobile di Agrigento e del Commissariato di Porto Empedocle strinsero le manette ai polsi di 54 persone.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      "I Luoghi del cuore", boom del Giardino botanico: è nella "top ten" dei siti siciliani

    • Cronaca

      "Visitata" la villa di un imprenditore, colpo da oltre 15 mila euro

    • Licata

      "Vendono auto sequestrate", denunciati tre licatesi

    • Cronaca

      "Si appropriò di 220 mila euro dei clienti", Procura chiede sospensione per direttore Poste

    I più letti della settimana

    • Lo "strano" risveglio della Scala dei Turchi, la spiaggia diventa rossa

    • Mafia e droga, il pg insiste: "C'era un'associazione"

    • Tre colpi di pistola contro l'auto di un commerciante

    • "Trovati con 500 grammi di hashish", scattano due arresti

    • Scontro fra auto e moto, un giovane ferito: elevata multa da 5 mila euro

    • "Prima si fa toccare, poi costringe l'anziano a pagare", condannata una donna

    Torna su
    AgrigentoNotizie è in caricamento