Blitz "Montagna 2", il pentito Quaranta: "Pullara cercava i covi per Gerlandino Messina"

Il collaboratore di giustizia per ogni zona ha indicato il capo e fatto il nome anche del responsabile dell’intero mandamento: "Il mandamento di Santa Elisabetta, con a capo Francesco Fragapane, comprende Raffadali con a capo Antonino Vizzì con Salvatore Manno che è l’anziano, il vero capo è lui ma Vizzì è quello operativo"

"Ho rivestito il ruolo di vertice della famiglia mafiosa di Favara fino al 2013-2014. I componenti erano Giuseppe Vella, Pasquale Fanara, Stefano Valenti, Gerlando Valenti, Giuseppe Blando, Calogero Limblici, Luigi Pullara e Angelo Di Giovanni. Almeno questo succedeva quando c’ero io". C’è anche il contributo del collaboratore di giustizia Giuseppe Quaranta dietro l’operazione "Montagna 2": il pool di pm della Dda che sta coordinando l’inchiesta sui nuovi mandamenti mafiosi della provincia di Agrigento, composto da Alessia Sinatra, Claudio Camilleri e Geri Ferrara, ha di fatto ottenuto la sola "rinnovazione" del provvedimento restrittivo: il tribunale del riesame, in sostanza, aveva annullato la prima ordinanza perché riteneva che il gip di Palermo, Filippo Serio, si fosse troppo «appiattito» sulla richiesta del pm senza motivare adeguatamente. Un vizio di forma che consente di chiedere un nuovo provvedimento con gli stessi elementi.

"Incastrati" dai racconti del pentito Quaranta, scattano 10 arresti 

Ma i magistrati hanno anche aggiunto qualcosa. Innanzitutto, c’è il pentimento di uno degli indagati di punta: Quaranta è stato a capo della famiglia mafiosa di Favara e ha contribuito con le sue dichiarazioni al nuovo arresto di Di Giovanni e Pullara, indicati fin dai primi verbali come organici al clan. "Pullara - racconta il pentito - cercava i covi a Gerlandino Messina".

IL VIDEO. Erano stati scarcerati dal Riesame, 10 indagati tornano in carcere 

Messina è l’ex capo provincia di Cosa Nostra catturato il 23 ottobre del 2010 proprio a Favara dopo quasi dodici anni di latitanza. "Luigi Pullara, essendo che aveva avuto nel passato... passato sarebbe a dire parliamo di qualche annetto prima ca avia curatu a latitanza di cosa… di Gerlandino Messina. Era lui che trovava i posti per Gerlandino Messina". Quaranta, con toni dialettali e pittoreschi aggiunge: "Nell’ultimo covo Bellavia prima ci avia statu, poi sinni ini, poi non potendo più trovare appartamenti perché la gente a Favara - e criditimi veramente - si stuffaru, perché la gente è rovinata e non può più né lavorare né avere finanziamenti, la gente che lavora e vive di queste cose".

Ecco chi sono gli arrestati di "Montagna 2"

Il neo collaboratore di giustizia - il primo della storia di Favara - descrive poi la "geografia" di Cosa Nostra. "Favara fa mandamento a sé e fino al 2014 era diretto da me e ora da Pasquale Fanara, perché io sono stato posato". Per ogni zona indica il capo e fa il nome anche del responsabile dell’intero mandamento. «Il mandamento di Santa Elisabetta, con a capo Francesco Fragapane, comprende Raffadali (con a capo Antonino Vizzì con Salvatore Manno che è l’anziano, il vero capo è lui ma Vizzì è quello operativo), Sant’Angelo Muxaro (gestito dai Fragapane), Aragona (con a capo un certo Gino che ha una masseria di cui non ricordo il nome al momento)". 

IL VIDEO. Operazione "Montagna 2", elicottero e cinofili alla ricerca di armi e droga 

Fra gli elementi a supporto anche gli interrogatori di alcuni imprenditori che, dopo i primi arresti, hanno confermato le richieste estorsive.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento