Operazione antimafia "Halycon", ecco i nomi degli arrestati: sono sette

Il clan licatese poteva contare su Lucio Lutri, insospettabile funzionario regionale. Le indagini portate avanti dai carabinieri del Ros, coordinate dalla procura distrettuale antimafia di Palermo, hanno svelato una rete di affari segreta

Alle prime luci dell’alba, i carabinieri del Ros e del comando provinciale di Agrigento, hanno dato esecuzione al fermo emesso dalla Procura di Palermo, direzione distrettuale antimafia, di sette persone. L’operazione si è svolta nei Comuni di Licata e Palermo.

Al centro delle indagini dei carabinieri la famiglia mafiosa di Licata, autorevole punto di riferimento sul territorio agrigentino per le paritetiche espressioni di "Cosa nostra" di altre aree della Sicilia, di cui sono stati delineati gli assetti e le gerarchie.

Si tratta di Giovanni Lauria di 79 anni, Vito Lauria, figlio di Giovanni di 49 anni, detto "il professore", Angelo Lauria di 45 anni, Giacomo Casa di 65 anni, Giovanni Mugnos di 53 anni, Raimondo Semprevivo di 47 anni. e Lucio Lutri di 60 anni. 

Le indagini,  che costituiscono un’ulteriore fase dell’articolata manovra investigativa sviluppata dalla A.G. di Palermo e dall’Arma dei carabinieri in direzione della articolazione agrigentina di cosa nostra, è la famiglia mafiosa di Licata al cui vertice, nella qualità di promotore e organizzatore, è risultato essere il pregiudicato Giovanni Lauria, il quale presiedeva a riunioni ed incontri con gli altri associati, gestendo e pianificando tutte le relative attività ed affari illeciti, mantenendo il collegamento con esponenti di altre famiglie di cosa nostra della Sicilia orientale, al fine di progettare la realizzazione di attività volte ad alterare le ordinarie e lecite dinamiche imprenditoriali.

Il clan licatese poteva contare su Lucio Lutri, insospettabile funzionario regionale. Le indagini portate avanti dai carabinieri del Ros, coordinate dalla procura distrettuale antimafia di Palermo, hanno svelato una rete di affari segreta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

  • Uno dei migliori direttori di McDonald's del mondo è agrigentino, ecco la storia di Pietro Luparello

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento