Mafia, la maxi inchiesta "Nuova Cupola": condanne definitive per Ribisi e Tarallo

La Cassazione, al terzo passaggio, dichiara inammissibili i ricorsi dei difensori che chiedevano una riduzione di pena

Da sinistra Ribisi e Tarallo

La Corte di Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso della difesa e ha confermato le condanne nei confronti di Francesco Ribisi, 37 anni, di Palma di Montechiaro, ritenuto il numero due di Cosa Nostra della provincia di Agrigento e capo del nuovo mandamento e del suo braccio destro Giovanni Tarallo, 33 anni. Quest'ultimo è stato condannato a 12 anni e 2 mesi di carcere, Ribisi a 11 anni e 10 mesi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'inchiesta "Nuova cupola", ultimo atto per i due principali imputati

La Suprema Corte, dopo tre annullamenti del verdetto, ha messo la parola fine sul processo scaturito dalla maxi inchiesta "Nuova Cupola" che ha disarticolato, col blitz del 26 giugno del 2012, le nuove famiglie mafiose della provincia di Agrigento che stavano definendo i nuovi assetti dopo le catture dei superlatitanti Gerlandino Messina e Giuseppe Falsone. I difensori (gli avvocati Daniela Posante, Giuseppe Barba, Valerio Vianello Accorretti e Nico D'Ascola) chiedevano una riduzione di pena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • Grigliata notturna fra amici e assembramenti: 10 sanzioni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento