Mafia, la maxi operazione "Exidus": annullata ordinanza di arresto di imprenditore

Giuseppe Incorvaia

I giudici del tribunale del Riesame di Caltanissetta, accogliendo il ricorso dell’avvocato Giacomo Ventura, hanno annullato l’ordinanza cautelare nei confronti di Giuseppe Incorvaia, imprenditore licatese di 73 anni.

Incorvaia è finito in manette il 19 settembre scorso a seguito nel corso dell’operazione antimafia “Exidus” . Quattro le misure cautelari in carcere che hanno raggiunto altrettante persone coinvolte nelle indagini.

Per gli inquirenti la parola “olio”, usata nelle conversazioni intercettate fra Incorvaia e l’avvocato di un boss mafioso di Gela, Grazio Ferrara, anch'egli arrestato nel blitz, altro non era che una “parola criptica” allusiva a dinamiche mafiose”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La difesa è stata incentrata sulla circostanza che la parola “olio”, ricorrente nelle intercettazioni non alludeva a nulla perchè Incorvaia stava trattando la vendita di olio extravergine di oliva. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • "Feroce" rissa davanti ad un ufficio postale, la Mobile evita il peggio: tre denunciati

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento