"Traffico di cocaina dal Belgio", favaresi rimessi in libertà dopo quasi 2 anni e mezzo

Calogero Presti e Gaspare Indelicato erano stati arrestati, nell'operazione dei carabinieri, alla vigilia di Natale del 2016

Calogero Presti e Gaspare Indelicato

Arresti domiciliari revocati dopo quasi due anni e mezzo di detenzione: i giudici della prima sezione penale, presieduta da Alfonso Malato, hanno rimesso in libertà, salvo imporre l'obbligo di dimora nel comune di residenza e la prescrizione di restare in casa dalle 19 alle 7, due indagati dell'inchiesta della Dda “Up and down” che ipotizza un traffico di cocaina sull’asse Belgio-Favara passando per Palermo.

Traffico di cocaina dal Belgio, spunta il pentito Quaranta

Si tratta dei favaresi Calogero Presti, 46 anni e Gaspare Indelicato, 36 anni, entrambi arrestati alla vigilia di Natale del 2016 nell'operazione che, solo di recente, è approdata in aula per il processo. Presti, difeso dall'avvocato Salvatore Virgone, era finito in carcere il giorno del blitz, eseguito dai carabinieri, e agli arresti domiciliari il 14 gennaio successivo, in seguito alla decisione del tribunale del riesame. Indelicato, difeso dall'avvocato Daniela Posante, è ai domiciliari fin dal primo giorno.

Adesso, entrambi, per effetto della decisione dei giudici che hanno accolto la richiesta dei difensori, potranno lasciare le loro abitazioni ma restare sempre a Favara. I giudici hanno ritenuto affievolite le esigenze cautelari, innanzitutto per "il notevolissimo tempo trascorso dall'esecuzione della misura" e per la "condotta corretta" tenuta in questa lunghissima fase di carcerazione preventiva. 


 

Potrebbe interessarti

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

  • La ricetta dei panini di San Calò

  • Come organizzare la grigliata perfetta. Ecco cosa serve per una serata attorno alla brace

I più letti della settimana

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • "Una collega mi disse che ero stata puntata, così iniziò il mio incubo": donna accusa direttore di stalking

  • Forza posto di blocco, auto inseguita e fermata: è mistero sui motivi della fuga

  • Si contendono la location: scoppia una maxi lite fra i "paninari" di San Leone

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento