Sorveglianza speciale per Domenico Terrasi di Cattolica Eraclea

Il provvedimento del tribunale di Agrigento è stato notificato lo scorso venerdì dalla divisione Anticrimine della Questura

Un momento della conferenza stampa dell'operazione antimafia "Minoa"

Sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, con obbligo di soggiorno, per tre anni. E' il provvedimento del tribunale di Agrigento, notificato lo scorso venerdì, dalla divisione Anticrimine della Questura a Domenico Terrasi, 73 anni, di Cattolica Eraclea. Un provvedimento applicato "in quanto ritenuto esponente di spicco dell’associazione mafiosa cattolicese" - scrive la Questura di Agrigento.

Terrasi, al momento, è recluso. Nel 2014, la Corte di Cassazione, dopo il ricorso straordinario motivato da "un errore materiale o di fatto", ha confermato la condanna a 10 anni ed 8 mesi, in continuazione con quella subita nel processo "Akragas".

Terrasi era stato arrestato, nell'ambito dell'operazione antimafia denominata "Minoa", il 27 novembre del 2009, in quanto ritenuto capo mafia di Cattolica Eraclea. 
 

Potrebbe interessarti

  • Tre metodi a confronto per pulire il condotto uditivo

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Il caffè è buono e fa bene

  • La parete verde: come organizzare il giardino verticale in casa

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • "Sequestro di persona e abuso d'ufficio", Legambiente Sicilia denuncia Salvini

  • Chef Rubio choc su Instagram: "Lampedusa? Bella, ma è anche l'isola della cocaina e mafia"

  • Ignoti strappano annuncio mortuario per il trigesimo di Andrea Camilleri

  • Chiesa agrigentina, ecco tutti i nuovi parroci nominati dal cardinale

  • Blitz dei carabinieri in Caf e patronati: trovati dei lavoratori in nero

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento