Gli ambulanti abusivi si "riappropriano" del lungomare: scatta il blitz

All'arrivo dei carabinieri c'è stato il fuggi fuggi di immigrati che hanno abbandonato per terra borse, scarpe e numerosi capi d’abbigliamento: tutto è stato posto sotto sequestro

Hanno allentato la “morsa” e gli ambulanti – rigorosamente abusivi – e le bancarelle di merce contraffatte si sono “riappropriati” del lungomare Falcone-Borsellino di San Leone. Un “ritorno”, per niente gradito, che è però durato poco. Anzi pochissimo. Perché alle 22 circa di giovedì, i carabinieri hanno messo a segno un nuovo – l’ennesimo – blitz. E, come da copione, è stato il fuggi fuggi di immigrati ambulanti abusivi. Commercianti “improvvisati”, per tirare a campare, che hanno abbandonato per terra borse, scarpe e numerosi capi d’abbigliamento. Tutto è stato, inevitabilmente, posto sotto sequestro.

Quanto è accaduto giovedì sera a San Leone non è altro che la dimostrazione pratica che la battaglia ancora non è vinta. Perché fino ad ora il lungomare Falcone-Borsellino e la sua terrazza sono stati liberi soltanto grazie alla presenza e al pattugliamento a tappeto realizzato dai carabinieri del comando provinciale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Era il 25 giugno scorso quando veniva avviato il pattugliamento di carabinieri, polizia municipale e Guardia di finanza. Allora e per tutti i giorni successivi – grazie al presidio senza sosta – il fenomeno è risultato essere azzerato. E’ bastato però che le forze dell’ordine abbassassero – in quello che è stato una sorta di test – la guardia e gli ambulanti abusivi si sono rimaterializzati. Ecco, dunque, che è scattato il blitz. Il segnale, concreto, che si è voluto e si vuole lanciare è inequivocabile: la strategia per la lotta contro l’abusivismo commerciale è intenzionata a lasciare esiti strutturali e duraturi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento